Squadra

17 gen 2023

Vigilia della Supercoppa a Riyadh: le dichiarazioni dell'allenatore nerazzurro in conferenza stampa


Manca sempre meno: si avvicina il momento della Supercoppa Italiana. A Riyadh l'Inter affronterà il Milan, mercoledì alle 20 (ora italiana) nella sfida che assegnerà il primo trofeo stagionale. La squadra nerazzurra, dopo il successo sull'Hellas, è volata nella capitale araba nella giornata di domenica. Lunedì il primo allenamento al Prince Faisal bin Fahd Stadium, con l'incontro con i tifosi locali.

La giornata di oggi si apre con la conferenza stampa di vigilia, di seguito le dichiarazioni di Simone Inzaghi:

Come arriva l’Inter a questa partita? "Sappiamo l’importanza della partita, è un derby e una finale per questo ha un’importanza ancora maggiore. È il primo trofeo stagionale e vogliamo fare una grande gara".

Può essere il derby del riscatto? "Lo considero un trofeo, non tutte le squadre riescono ad arrivarci. È il proseguo della scorsa stagione, sappiamo cosa rappresenta, l’anno scorso l’abbiamo vinto e vogliamo difenderlo con tutte le nostre forze"

Cosa hanno lasciato le sconfitte nei derby in voi? "Voglia in più, il derby è una partita particolare, ne abbiamo giocati tanti la scorsa stagione, ne abbiamo vinti e persi. Sono sempre partite particolari decise da episodi, quest’anno l’abbiamo perso non meritandolo, nel primo tempo il Milan è stato superiore, nel secondo tempo l’Inter non avrebbe meritato la sconfitta".

C’è un segreto per far giocare l‘Inter come contro il Napoli e il Barcellona? "Dipende anche sempre dagli avversari, io sono più che soddisfatto dell’impatto di questo 2023, abbiamo giocato partite diverse, ne abbiamo vinte tre e pareggiata una, tolto il Monza sarebbe stato un percorso netto".

Nel 2023 avete battuto il Napoli, con le altre c’è stato un po’ di sofferenza, che Inter vedremo domani? "Il calcio non è una scienza esatta. Abbiamo analizzato le gare, aldilà di qualche infortunio, la squadra ha fatto buone gare, è rimasta sempre in partita, ha vinto. Domani è una finale quindi non si guardano calendari, stanchezza, infortuni, è una partita che vale tanto".

La partita di domani può condizionare il proseguo della stagione? "Condizionerà, come sempre se ne parlerà, l’anno scorso mi ricordo che abbiamo goduto il giusto dopo il successo nella finale di Supercoppa vinta contro la Juventus perché qualche giorno dopo eravamo in campo a Bergamo. Il calcio va sempre avanti, tre giorni dopo l’anno scorso già si parlava dello 0-0 a Bergamo, noi dobbiamo essere bravi a pensare di partita in partita, ora pensiamo al Milan, una gara che stiamo preparando nel migliore dei modi: la squadra dovrà fare una corsa per il compagno perché in queste gare è l’unico modo per non avere rimpianti".

Ultimamente le due squadre soffrono un po’ nei reparti di difesa. "Troviamo una formazione con attaccati di valore, sappiamo che dobbiamo lavorare di squadra perchè quando si subisce gol si parla dei difensori, ma l’Inter deve fare la fase offensiva e difensiva da squadra, solo così si vincono partite importanti".

Cosa rende speciale giocare un derby qui a Riyadh? "È un derby, una partita importantissima e una finale, è successo raramente nella storia, già il derby è speciale, questa volta lo sarà ancora di più".

Come sta Lukaku? "Ieri si è allenato parzialmente in gruppo, la speranza è che possa lavorare senza più avvertire dolore, cosa che non è successa nella settimana dopo Parma, ieri ha fatto un lavoro parziale. Vediamo come andrà, se non dovesse recuperare domani abbiamo speranza per la partita contro l’Empoli, per noi deve essere un valore in più".

Cosa fa la differenza in queste partite? Cosa deve temere inter? "Ho avuto la fortuna di giocare tante finali da giocatore e allenatore, sono partite a sé dove ci saranno tanti tratti di gara in cui la squadra dovrà saper gestire il momento. Il mio augurio è che la squadra stia sempre in partita. Il Milan ha grandi qualità, è una formazione evoluta che sta facendo un buon percorso in campionato come l’Inter, come l’Inter ha fatto bene Champions, poi c’è stata l’eliminazione in Coppa Italia ma capita quando si incontrano squadre preparate e si giocano tante partite ravvicinate".

Darmian come sta? Come si giocano queste finali? "Le finali sono partite a sé, bisognerà giocarla nel migliore dei modi non commettendo errori, giocando con corsa, determinazione, concentrazione e intensità. Darmian sta facendo bene, è una grande risosrsa. Nel ruolo Dumfries che è rientrato dal mondiale con qualche problemino sta crescendo, è uno dei dubbi che risolverò".


Versione Inglese
Squadra

Notizie correlate

Tutte le notizie
CREMONA, ITALY - JANUARY 28:  Edin Dzeko of FC Internazionale in action during the Serie A match between US Cremonese and FC Internazionale at Stadio Giovanni Zini on January 28, 2023 in Cremona, Italy. (Photo by Mattia Ozbot - Inter/Inter via Getty Images)

Squadra

7 ore fa

Coppa Italia: Inter-Atalanta, dove vederla in TV


Altre notizie

Tutte le notizie
MILAN, ITALY - JANUARY 04:  Players of FC Internazionale line up prior to the Serie A match between FC Internazionale and SSC Napoli at Stadio Giuseppe Meazza on January 04, 2023 in Milan, Italy. (Photo by Mattia Ozbot - Inter/Inter via Getty Images)

Squadra


Tutti i partner

  • Notizie
  • Squadre
  • Inter TV
  • Inter Online Store
  • Inter Official App
  • Inter Club

    • Diventa socio
    • Experience
    • Benefit

Seleziona la lingua

Termini e condizioniPrivacyCookies

Copyright © 1995 — 2023 F.C. Internazionale Milano P.IVA 04231750151